La Sacra Sindone

RICERCA DI GESU’ CROCIFISSO



I TELI POSATI LA’

 

 

Il primo giorno della settimana Maria di Magdala si recò al Sepolcro al mattino; prima al buio non si mosse quando ancora c’era d’aver paura, ma c’era luna piena perché era la Pasqua quindi si riusciva a camminare e risolse di andare di fretta per amore al Crocifisso.

 

Di fronte alla fine, a quel suo Gesù che adesso è un cadavere, l’amore che ha dentro nel cuore per Colui che  ha perduto e non c’è più adesso, può continuare come amore al Crocifisso. E quell’amore trova la resurrezione perché quel desiderio che ha nel cuore ce l’ha messo Dio e lo custodisce lei ma è suo e quasi potrebbe morire per la sua presenza in lei.

 

Maddalena è proprio la più grande dell’umanità in questo momento perché continua a desiderare l’infinito di fronte a Gesù morto e da discepola porta la notizia agli apostoli, loro si mettono in cammino. La frase che la Maddalena dice a Pietro e Giovanni è bellissima: sono stata al sepolcro e non sappiamo dove hanno posto il Signore.

Il corpo di Gesù morto lo chiama “ il Signore” che era il nome che si dava a Dio nell’Antico Testamento. Maria continua ad amare Gesù morto che è Dio e in qualche modo riconosce che quel cadavere continua a essere Dio.

 

Pietro segue il discepolo Giovanni più giovane. Quindi Giovanni arriva per primo al sepolcro e aspetta Pietro più lento, il traditore. Giovanni è colui che ha preso Maria nella sua vita, lui che è fedele lui che è stato trascinato dall’amore a Maria ai piedi della croce, lui che l’ha ricevuta come madre, qui aspetta il traditore: in questo comportamento continua a riconoscere l’autorità di Cristo. È fedele alla madre di Cristo all’amore di Cristo nonostante Pietro non si meriti tutto questo.

Pietro, la pietra sulla quale è costituita la chiesa è un traditore ed è incredibile che questa realtà sia proprio contro ogni regola del buon senso. Come faccio a fidarmi di uno così se non riconosco il Crocifisso? Chi ama il Crocifisso come Maria di Magdala, come Giovanni, sta nella sua memoria.

Arriva Pietro, entra nel sepolcro per primo, vede le bende posate là e il Sudario che era stato sul suo capo non posato là con i teli ma avvolto in un luogo a parte separato e anche questo punto è chiarito perché il Sudario era posto direttamente sul volto sotto i teli e da come sono disposti si capisce che Gesù non è stato sciolto, non è successo quello che è successo Lazzaro, Gesù ha attraversato i teli;  il Sudario è stato messo da parte. La morte non può tenere prigioniera la vita.

 

 

 

 

 

SAN PIETRO

 

Pietro non è perfetto subito alla resurrezione di Cristo, è di temperamento focoso ed è stato reso perfetto poco alla volta imparando a stare nel limite proprio e altrui, nella capacità di sapere che il limite è una soglia. Siamo limitati. Dove ci sono i limiti, i limiti dell’altro chiamano l’abbraccio dell’altro. Nel mistero della Resurrezione abbiamo i termini per dire la resurrezione dell’esperienza umana.

 

Si era visto qualcuno tornare dalla morte, tornare alla vita umana ma non si era mai visto che nella vita umana tornasse uno che è sorgente di vita infinita.

 

Dice Giovanni nel suo Vangelo  “credettero, ma non avevano ancora compreso la Scrittura che cioè egli doveva risorgere dai morti”.  Invece la Maddalena rimane lì, va al sepolcro a piangere. Questo indica anche una differenza tra l’uomo e la donna: lei ha creduto che Gesù è risorto e se ne torna indietro con questa verità, questa è veramente la grandezza della donna che la porta a soffrire tantissimo ancora di più dell’uomo.

 

Gesù sei con noi e quante volte non ti vediamo non ti riconosciamo Signore… per favore fatti riconoscere. Tutti questi problemi questa difficoltà… ci sono perché l’amore con la A maiuscola non lo riconosciamo perché è infinito e noi non vediamo all’infinito, siamo finiti. Ma un Amore con la A maiuscola è per sempre davvero.

 

Ci deve aiutare a riconoscere Gesù un’altra virtù,  posto di non misurare troppo, la curiosità, la ricerca.

Come salva cercarlo oltre la morte!  Cercare Omega nel Sepolcro, cercare nella sconfitta.

Non è facile seguire Gesù ma è ancora più difficile limitarsi accontentarsi, sedersi, siamo fatti per amare e tutto il nostro essere si ribella quando non amiamo Gesù.

 

 

 

 

IL CORPO DEL SUO SIGNORE

 

Ricordiamo l’atto dell’unzione dei piedi, ora Maddalena al sepolcro chiede dove era stato posto il corpo e Gesù stesso le dice: “Donna perché piangi, cosa ti rattrista?” . E’ molto bello questo perché in qualche modo Gesù e gli angeli si fanno carico di questo suo bisogno pratico di conoscere e di toccare la vita. Risponde “Hanno portato via il Signore non so dove l’hanno posto”.

 

Come Marta e Maria avevano in testa solo una frase “Signore se tu fossi stato qua Lazzaro non sarebbe morto” così la Maddalena ha solo una frase in testa “Hanno portato via il mio Signore, non so dove”. Detto questo si voltò indietro e vide Gesù in piedi e non riconobbe che fosse Gesù.

Le dice “Che cerchi Maria?”. Lei ha pensato che fosse il custode del giardino e gli disse: “Dimmelo e io andrò a prenderlo”, cosa impossibile andare a prendere un uomo alto, morto, portato giù dalla croce da vari uomini probabilmente, spostato con un lenzuolo come si fa con la bara nei funerali. Lei non calcola e le basta il suo Crocifisso.

 

La situazione è di tutte le volte che tu sei lì a chiamarci per nome perché appunto Gesù che disse “Maria” lei allora si voltò e lo riconobbe. Cosa sarà successo nel cuore di quella donna in quel momento, cosa avrà provato tenendo il piede di Cristo, lei che in precedenza gli aveva baciato i piedi. Gesù qui è in piedi.

 

Incontriamo sempre più Cristo nel mistero di resurrezione pur con tutti i nostri limiti e seguendo la lettura del Vangelo di Giovanni incontriamo in quella sofferenza la corsa continua “Non mi trattenere perché non sono ancora salito al padre”. Maria Maddalena dice “ Ho visto il Signore” per ciò che le aveva detto ma tutto inizia da lei, da ciò che in lei c’è più forte della morte.

Lei si chiama Maria, amata da Dio. È un fatto che per la prima volta appare nella Bibbia il nome Maria in Egitto il nome della sorella di Mosè. La Maddalena porta il nome della sorella di Mosè e della madre di Dio.

 

 

.

Post a Comment